Monti DauniToday

Ambiente, Rocchetta Sant’Antonio entra nella élite dei Comuni italiani virtuosi

Nel mese di agosto, il Comitato Ecolabel-Ecoaudit ha attribuito al Comune di Rocchetta Sant’Antonio la certificazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme)

Il Comune di Rocchetta Sant’Antonio entra a far parte della élite dei Comuni virtuosi in materia di tutela ambientale e di sviluppo sostenibile grazie al riconoscimento EMAS (Eco-Management and Audit Scheme).

Nel mese di agosto, il Comitato Ecolabel-Ecoaudit, organismo nazionale di nomina ministeriale competente per il rilascio dell’Ecolabel europeo, dopo le verifiche effettuate dall’ARPA regionale su mandato di ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), ha attribuito al Comune di Rocchetta Sant’Antonio la Registrazione EMAS n. IT-001772.

La certificazione Emas è uno strumento creato dalla Comunità Europea attraverso il quale le organizzazioni si sottopongono volontariamente a controlli per valutare le prestazioni ambientali in base ad obiettivi stabiliti. “Si tratta di un importante traguardo, raggiunto a partire da un percorso avviato nel 2006 dall’Amministrazione Castelli per volontà dell’assessore Di Stefano e proseguito con determinazione dall’attuale Amministrazione che si è articolato in diverse tappe successive”, commenta il sindaco Valentino Petruzzi. "Mi sento di ringraziare l’assessore Raffaele Mangino, delegato in cabina di regia per il Comune di Rocchetta Sant’Antonio, per il suo impegno e per il lavoro svolto per il raggiungimento di questo importantissimo traguardo”.

In Italia sono circa 450 comuni ad aver conseguito questa registrazione”. spiega Mangino. “Il percorso per il raggiungimento di questo obiettivo è partito con i documenti di Politica Ambientale e Dichiarazione Ambientale, attraverso i quali il Comune ha individuato le principali attività dell’ente relative agli aspetti più strettamente legati al territorio e all’ambiente, descrivendo il sistema di gestione costruito per individuare gli impatti ambientali più significativi e garantirne un costante controllo; ha poi indicato gli obiettivi di miglioramento corredati delle relative scadenze per ottenerne il raggiungimento”.

“Si è intrapreso questo percorso perché si ritiene che il Sistema di Gestione Emas sia utile a migliorare l’efficienza interna e l’integrazione settoriale, coinvolgendo tutto l’ente, sia al livello politico-istituzionale che a quello tecnico-amministrativo, a meglio gestire gli impatti diretti ed indiretti delle nostre attività istituzionali, a rafforzare i nostri poteri di governo del territorio, migliorando la capacità di influenzare, attraverso la pianificazione ed il controllo, le attività ed i comportamenti ambientali di cittadini ed organizzazioni produttive”.

“Il miglioramento continuo che caratterizza l’iter di registrazione rappresenta una sfida che si rinnova e che dovrà essere sempre supportata dalla conferma degli impegni assunti sia a livello politico che a livello amministrativo per poter generare quel circuito virtuoso capace di indirizzare il territorio verso un modello di sviluppo sostenibile. La certificazione EMAS attesta la validità del sistema di gestione ambientale attuato in questi anni dal Comune – prosegue Mangino – gestione che riguarda nel loro complesso la pianificazione territoriale e la protezione attiva del territorio, l’indirizzo e il controllo della gestione del ciclo delle acque e dei rifiuti, la gestione e manutenzione del patrimonio comunale, il controllo e l’ottimizzazione dei consumi energetici nonché l’applicazione di strumenti di sviluppo sostenibile”.

“La finalità ultima di tali politiche ambientali – sottolinea ancora l'Assessore - è quella di mettere in atto una serie di strategie organiche e interventi capillari che concorrano giorno dopo giorno alla tutela dell’ambiente e, insieme, promuovano un nuovo modo di concepire ambiente e sviluppo, non in un’ottica di mera ‘tutela passiva’, ma nella consapevolezza dei vantaggi che questo comporta. Non va infine dimenticato che con l’ottenimento della registrazione non può ritenersi concluso il percorso avviato in quanto, sulla base di quanto prevede il regolamento EMAS, infatti, il Comune sarà tenuto, ogni anno, ad attuare ed aggiornare un programma di miglioramento sui vari temi ambientali che verrà verificato annualmente da un ente terzo accreditato a livello internazionale."

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Terribile incidente in moto, muore 38enne foggiano. "Ciao bomber, ora fai gol anche in Paradiso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento