Monti Dauni Today

Quando Monteleone di Puglia si accende con i suoi favoni

Dopo l'accensione dei caratteristici favoni, le stesse piazze e vie, vengono imbandite di allegre tavole in cui i visitatori posso assaporare i prodotti tipici locali, fagioli, zeppole e vino. La manifestazione coinvolge molti comitati di quartiere.

Il favone di Monteone di Puglia

Nel giorno di San Giuseppe, patrono dei falegnami, Montelone di Puglia - terrà ricca di avvenimenti storici di rilevanza nazionale - si accende con i suoi numerosi falò devozionali, memoria di antichi rituali di purificazione e consacrazione, rivissuti nella piazza principale, nelle vie e nelle contrade rurali, in un clima di festa e allegria (il falò di Piazza Municipio è organizzato nell'occasione dall'associazione turistica Pro Loco Monteleone in collaborazione con l'Amministrazione Comunale).

Monteleone di Puglia è importante da un punto di vista storico per l'Assise di Ariano (1140) del Bosco Selvamala, superficie boschiva ricadente nel territorio, dove furono approvate e promulgate le prime leggi fondamentali del regno normanno del Sud. Rappresentano il primo corpo di leggi emanate e costituiscono il nucleo da cui si è sviluppato il diritto che per circa sette secoli ha regolato la vita del Mezzogiorno d'Italia.

La città dei Monti Dauni è famosa anche per le persecuzioni religiose contro i Valdesi 1563-1564 e per la rivolta delle donne al nazifascismo del 23 agosto 1942, la prima in Italia addirittura antecedente agli scioperi scoppiati nelle fabbriche del Nord nel marzo del 1943, in particolare a Torino.

Quello dei favoni è un'usanza molto antica che si collega al calendario romano, secondo il quale l'anno iniziava nel mese di marzo, dedicato appunto a Marte, dio della giovinezza e dell'agricoltura (oltre che della guerra). Tale usanza salutava dunque l'inizio dell'anno agricolo con l'accensione di falò di sterpi, paglia, gramigna e di ramaglie derivanti dalle potature che in quel periodo dell'anno venivano praticate in vista della bella stagione. Dopo l'accensione dei caratteristici favoni, le stesse piazze e vie, vengono imbandite di allegre tavole in cui i visitatori posso assaporare i prodotti tipici locali, fagioli, zeppole e vino. La manifestazione coinvolge molti comitati di quartiere.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Terremoto sui Monti Dauni: due scosse in pochi minuti, la più forte di 3.4

    • Cronaca

      Una testa d'agnello per Raffaele Ferrantino: il macabro contenuto del pacco trovato in Ataf

    • Cronaca

      Violenza sessuale e minacce con l'acido: 63enne perde la testa per una ragazzina, arrestato

    • Cronaca

      Si spacciano per dipendenti comunali e tentano l'accesso in casa, Miglio e Inglese: "Occhio alle truffe"

    I più letti della settimana

    • Terremoto sui Monti Dauni: due scosse in pochi minuti, la più forte di 3.4

    • Terremoto 2002, l’alt di Mongiello a l’Inps: “Rispetti i criteri di rateizzazione dei contributi sospesi”

    • Dal Lupo 5mila euro per raccontare Lucera e Monti Dauni

      Torna su
      FoggiaToday è in caricamento