Monti DauniToday

Servizio Civile, il Comune di Troia si apre alle necessità degli studenti con Bisogni Educativi Speciali

Il progetto "BES… T è possibile" intende creare un Laboratorio di Didattica Inclusiva dedicato a quegli alunni per il quali il principio di personalizzazione dell'insegnamento va applicato con particolari attenzioni e accentuazioni

Cavalieri e D'Apice

Un gioco di parole per il progetto di Servizio Civile “BES… T è possibile” del Comune di Troia, volto a creare un Laboratorio di Didattica Inclusiva dedicato a quegli alunni per il quali il principio di personalizzazione dell’insegnamento va applicato con particolari accentuazioni per quanto riguarda peculiarità, intensività e durata delle modificazioni: gli alunni BES appunto, con Bisogni Educativi Speciali.

Un’attività che sarà realizzata grazie all’impiego di cinque giovani volontari che, prima di intervenire personalmente nelle attività di tutoraggio scolastico, saranno adeguatamente formati da degli esperti. Un’iniziativa improntata ad arginare i fenomeni crescenti della lotta all’evasione e all’abbandono scolastico, una grande occasione di promozione di una cultura della cittadinanza attiva, della formazione e della crescita individuale dei ragazzi coinvolti.

“Terza progettualità in meno di un anno, con un’iniziativa importantissima per quei ragazzi con Bisogni Educativi Speciali, tra cui ci sono anche alunni stranieri, che meritano un’attenzione particolare per i futuri percorsi di integrazione proprio a partire dalle politiche dedicate all’educazione” evidenzia il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri.

“Sapere che i Laboratori del progetto saranno realizzati grazie alla formazione di giovani risorse, dei volontari che parteciperanno al progetto di Servizio Civile, mi riempie di gioia, perché è manifestazione diretta della fiducia e delle potenzialità che da sempre ho nutrito per le giovani generazioni. Sarà promossa la cultura della cittadinanza attiva, aumentando il loro livello di responsabilizzazione, rendendoli strumenti fondamentali per ragazzi in un momento di crescita altrettanto importante”.

“L’attività dei volontari” spiega il vicesindaco Antonio D’Apice, assessore con delega ai Servizi Sociali, Pubblica Istruzione e Partecipazione e Integrazione, “sarà quella di affiancare il percorso scolastico dei ragazzi coinvolti nel progetto, grazie ad un particolare itinere formativo che avrà la duplice finalità di rendere consapevoli i volontari del Servizio Civile sul significato della loro scelta e di fornire loro le conoscenze necessarie ad accrescere nei giovani la partecipazione attiva alla vita della società civile”. Scadenza per la presentazione delle domande e della documentazione per il prossimo 26 giugno, entro le 14.00. Qui il bando e i moduli per la domanda di partecipazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento