Monti Dauni Today

Accadia pensa a un albergo diffuso nel 'Rione dei fossi' (i 'Sassi di Matera' dei Monti Dauni)

"La valorizzazione del patrimonio culturale dei Borghi per uno sviluppo sostenibile delle aree interne del Mezzogiorno" il titolo del nuovo convegno che il Comune di Accadia si appresta ad ospitare domenica 19 febbraio a partire dalle 10.30 presso la sala conferenze comunale

Rione dei Fossi ad Accadia

La cultura come strategia per le aree interne del Mezzogiorno, in particolare per i piccoli Borghi. Il tema torna al centro del dibattito pubblico e dell'azione politica dopo molti anni nei quali una visione miope della società del tendeva a delegittimare e a screditare come 'spreco' qualsiasi attività il cui fine non fosse riconducibile a un immediato tornaconto economico; rilanciare l'economia e l'occupazione, in contesti piccoli e dislocati dai grandi centri, deve necessariamente partire dalla storia e dal patrimonio culturale di cui dispone.

Fondamentali, le considerazioni sull'importanza appunto strategica che la tutela e la valorizzazione dei beni e delle attività culturali riveste per piccoli borghi come Accadia, e sui modi con i quali è possibile dare concreta realizzazione a tali idee. In particolare, si affronterà il tema della valorizzazione del 'Rione Fossi', gioiello storico - artistico del Comune di Accadia, che con le sue case scavate nella roccia è stato paragonato ai sassi di Matera, e che ben si presta a luogo ideale per la realizzazione di albergo diffuso, in grado di produrre un indotto economico e turistico di importanza nazionale.

Puntare al turismo attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale, questa la sfida che i piccoli borghi sono chiamati ad affrontare. “La valorizzazione del patrimonio culturale dei Borghi per uno sviluppo sostenibile delle aree interne del Mezzogiorno” il titolo del nuovo convegno che il Comune di Accadia si appresta ad ospitare domenica 19 febbraio a partire dalle 10.30 presso la sala conferenze comunale.

Interverranno Dorina Bianchi (sottosegretario di stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), Barbara Valenzano (Direttore del Dipartimento Opere pubbliche, ecologia e paesaggio della Regione Puglia) Gennaro Santamaria (Capo della Segreteria del Ministro dell'Ambiente), Pasquale Murgante (Sindaco di Accadia), Antonio Montanino (Presidente Unione dei Comuni dei Monti Dauni Meridionali), Michele Dedda (Sindaco di Bovino - Comune Capofila Area Interna Monti Dauni), Alessio Mazza (Gruppo di ricerca per la Valorizzazione dei Centri storici dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Dopo tanti soldi pubblici spesi inutilmente per recuperare quelle case danneggiate dal sisma dell'agosto 1962, ora si tenta la carta dell'albergo diffuso. Come sempre lo scopo non è recuperare ma sprecare altri fondi pubblici per fabbricati che non saranno abitati mai da nessuno perchè privi dei requisiti minimi di abitabilità.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Domanda 'smarrita' e poi respinta, al danno anche la beffa: così coniugi foggiani perdono il bonus maternità

  • Cronaca

    Uno fa il palo, l'altro 'l'apri-porta': presi i due complici della rapina di via Guareschi

  • Monti Dauni

    Andare a vivere a Candela conviene: il sindaco offre un contributo a chi decide di trasferirsi

  • Cronaca

    Incastrato dalle telecamere mentre appicca il fuoco ad un'auto, in casa nascondeva tre 'bombe'

I più letti della settimana

  • Andare a vivere a Candela conviene: il sindaco offre un contributo a chi decide di trasferirsi

  • Riapre la strada provinciale 106: cittadini brindano alla fine di tanti disagi alla viabilità

  • Sui Monti Dauni la posta non arriva, al danno si aggiunge la beffa. Poste Italiane: "E' colpa vostra"

  • Polfer sorprende predoni del rame sulla tratta ferroviaria che porta ai Monti Dauni

  • Nella piccolissima Celle di San Vito più di 50 cittadini danno vita alla Pro Loco

  • Il Premio Lupo compie 10 anni: sarà un'edizione senza confini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento